Opzioni Bind su Debian con SystemD

Debian 8 si è ormai allineato alle altre distribuzioni passando a SystemD per la gestione e l’avvio dei servizi di sistema. Per la gestione dei comandi di avvio, spegnimento o riavvio dei servizi si utilizzano infatti i file presenti in /lib/systemd/system che vanno a sostituire i sistemi ormai deprecati basati su script bash in /etc/init.d.

Nel caso di Bind una delle opzioni più utilizzate è quella per disabilitare l’IPv6, che consiste nell’aggiungere il parametro -4 alla linea di comando di avvio. Per fare questo si modificava la variabile OPTIONS presente in /etc/default/bind9, ma con il nuovo sistema quesot file viene praticamente ignorato.

Per risolver il problema è possibile modificare direttamente il file /lib/systemd/system/bind9.service modificando il parametro ExecStart, oppure è possibile aggiungere una direttiva per specificare in quale file vengono impostate le variabili d’ambiente.

Ecco un esempio del file bind9.service:

Il file /etc/default/bind9 va modificato in questo modo:

Notare che è stato aggiungo il parametro -f necessario per il corretto funzionamento di named in systemd.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *